Programma Nazionale di Ricerche in Antartide

PNRA

In viaggio verso l'Antartide

Leggi di più

Alla scoperta della base Concordia

Antartide

Come è organizzata una base antartica? Cosa fanno e come vivono le persone che trascorrono un anno della loro vita al polo sud? In questo video andremo alla scoperta di Concordia, la base italo-francese situata in mezzo al plateau antartico in uno dei posti più freddi del pianeta.

Leggi di più

Colonia di Pinguino Imperatore

Il pinguino Imperatore specie endemica dell'Antartide

Gli imperatori sono i più grandi tra tutti i pinguini: in media, uno di questi uccelli è alto 115 centimetri. Questi animali incapaci di volare vivono sui ghiacci dell’Antartide e nelle gelide acque circostanti. Per fronteggiare le rigide condizioni ambientali, in cui il freddo combinato con il vento gelido può raggiungere i –60° C, i pinguini hanno sviluppato una serie di adattamenti fisiologici e di comportamenti solidali.

Leggi di più

30 anni del PNRA

Video celebrativo dei 30 anni del PNRA

Leggi di più

expand_more

Stazione Mario Zucchelli

La Stazione Mario Zucchelli (74°42’ S, 164°07’ E) è situata ad una quota di 15 m sul Mare di Ross, nell'area denominata Baia Terra Nova. Aperta da metà ottobre alla prima metà di febbraio (estate australe; Fuso Orario: + 12 ore; Temperature di stagione: da -10°C a +5°C; Pericoli: il vento catabatico che sopraggiunge improvviso e può soffiare oltre i 100 km/ora.

Stazione Concordia

La Stazione italo-francese CONCORDIA è situata nel sito di Dome C (75°06’ S, 123°21’ E). Costruita sul plateau antartico a 3.233 m di altitudine, dista sia dalla Stazione Mario Zucchelli che dalla stazione francese Dumont d’Urville oltre 1000 km. È aperta tutto l’anno.

Nave Laura Bassi

La Laura Bassi è oggi l’unica nave italiana in grado di operare in mari polari, sia in Antartide sia in Artico. Una rompighiaccio, conforme alle nuove regole internazionali per l’accesso alle aree polari (il cosiddetto ‘Polar Code’), riesce ad accedere a zone coperte da ghiaccio marino, che in passato non erano raggiungibili da navi italiane.

Il PNRA

Programma Nazionale di Ricerche in Antartide

Dal 1985 Il programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA) ha il compito di promuovere e supportare la ricerca nazionale in Antartide, garantendo il mantenimento di adeguate infrastrutture per la ricerca (in Antartide e in Italia) e il finanziamento di attivita' selezionate attraverso bandi competitivi. L'attuale governance del PNRA, che e' un programma nazionale in carico al Ministero della Istruzione, Universtia' e ricerca Scientifica (MIUR) vede impegnati con diversi ruoli e diversi compiti il Consiglio nazionale delle ricerche (CNR), l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA); e una Commissione scientifica nazionale per l’Antartide (CSNA) insediata preso il Ministero.

MUR

Il MUR approva il Pnra e vigila sulla sua attuazione, nel rispetto delle norme previste dal Trattato sull’Antartide.

CSNA

La CSNA, nominata dal ministro, ha il compito di indirizzo strategico. Propone un piano pluriennale, valuta le proposte di progetto, elabora la relazione annuale.

CNR

Il CNR attraverso il Dipartimento Scienze del Sistema Terra e Tecnologie per l'Ambiente, assicura il coordinamento scientifico delle attività e provvede alla diffusione dei risultati e alla gestione dei dati scientifici

ENEA

All'ENEA sono affidate l’attuazione delle spedizioni, la responsabilità dell’organizzazione nelle zone operative e la gestione delle infrastrutture.

I numeri del PNRA

laptop
Progetti di ricerca
più di 1000
flag
Spedizioni
36
people
Ricercatori
più di 2000
place
Basi scientifiche
3

News

PRECOP-e-COP26

Antactica Day - 1 Dicembre 2020 - dalle 08.00 alle 09.30 ( ora italiana)

Il gruppo di apertura della stazione Concordia ( foto di Rocco Ascione)

Al via la XXXVI campagna estiva a Concordia

Oggi 12 novembre 2020 si è ufficialmente conclusa la stagione invernale a Concordia. Il passaggio di consegne tra l'Ing. Alberto Salvati, station leader del team winter over DC16, e l'Ing Rocco Ascione, station leader entrante, ha dato formalmente il via alla XXXVI spedizione italiana a Concordia (DomeC).

Leggi di più

ricercatori

Decreto Ministeriale n. 786 del 21-10-2020 - Nomina della Commissione Scientifica Nazionale per l'Antartide CSNA

Con il Decreto Ministeriale del MUR n. 786 del 21-10-2020 è stata nominata la Commissione Scientifica Nazionale per l'Antartide-CSNA.

Leggi di più

Primo gruppo Antartide 2020-21 in partenza da Christchurch

Antartide: parte la 36a spedizione italiana in modalità emergenziale

Con l’apertura della base italiana Mario Zucchelli inizia oggi la 36a Spedizione italiana in Antartide, finanziata dal Ministero dell’università e ricerca (MUR) nell’ambito del Programma nazionale di ricerche in Antartide (PNRA) e gestita dall’ENEA per la pianificazione e l’organizzazione logistica e dal Cnr per la programmazione e il coordinamento scientifico. L’attuale emergenza sanitaria ha imposto alla spedizione forti limitazioni delle attività scientifiche e logistiche con una riduzione del personale al minimo indispensabile per poter aprire e mantenere le stazioni in sicurezza e consentire la manutenzione della strumentazione scientifica.

Leggi di più

Servizi

Rendicontazione Progetti di Ricerca PNRA

La programmazione e la conseguente rendicontazione delle attività di ricerca del PNRA sono affidate al Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) con il Decreto del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca di concerto con il Ministero per lo Sviluppo Economico del 30/09/2010 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 03/02/2011).

Italian Antarctic Data Center

Il National Antarctic Data Center (NADC) è l'infrastruttura digitale progettata per raccogliere, gestire, pubblicare e fornire accesso alla grande quantità di dati scientifici raccolti dai numerosi progetti nell'ambito del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA). l'infrastruttura, basata sull’applicativo GeoNework open source, fornisce un unico sistema integrato che consente agli utenti finali di esplorare i vari data set e attraverso questi accedere e condividere i dati ovunque siano archiviati