Programma Nazionale di Ricerche in Antartide

PNRA

In viaggio verso l'Antartide

Leggi di più

Alla scoperta della base Concordia

Antartide

Come è organizzata una base antartica? Cosa fanno e come vivono le persone che trascorrono un anno della loro vita al polo sud? In questo video andremo alla scoperta di Concordia, la base italo-francese situata in mezzo al plateau antartico in uno dei posti più freddi del pianeta.

Leggi di più

Colonia di Pinguino Imperatore

Il pinguino Imperatore specie endemica dell'Antartide

Gli imperatori sono i più grandi tra tutti i pinguini: in media, uno di questi uccelli è alto 115 centimetri. Questi animali incapaci di volare vivono sui ghiacci dell’Antartide e nelle gelide acque circostanti. Per fronteggiare le rigide condizioni ambientali, in cui il freddo combinato con il vento gelido può raggiungere i –60° C, i pinguini hanno sviluppato una serie di adattamenti fisiologici e di comportamenti solidali.

Leggi di più

30 anni del PNRA

Video celebrativo dei 30 anni del PNRA

Leggi di più

expand_more

Stazione Mario Zucchelli

La Stazione Mario Zucchelli (74°42’ S, 164°07’ E) è situata ad una quota di 15 m sul Mare di Ross, nell'area denominata Baia Terra Nova. Aperta da metà ottobre alla prima metà di febbraio (estate australe; Fuso Orario: + 12 ore; Temperature di stagione: da -10°C a +5°C; Pericoli: il vento catabatico che sopraggiunge improvviso e può soffiare oltre i 100 km/ora.

Stazione Concordia

La Stazione italo-francese CONCORDIA è situata nel sito di Dome C (75°06’ S, 123°21’ E). Costruita sul plateau antartico a 3.233 m di altitudine, dista sia dalla Stazione Mario Zucchelli che dalla stazione francese Dumont d’Urville oltre 1000 km. È aperta tutto l’anno.

Nave Laura Bassi

La Laura Bassi è oggi l’unica nave italiana in grado di operare in mari polari, sia in Antartide sia in Artico. Una rompighiaccio, conforme alle nuove regole internazionali per l’accesso alle aree polari (il cosiddetto ‘Polar Code’), riesce ad accedere a zone coperte da ghiaccio marino, che in passato non erano raggiungibili da navi italiane.

News

RINGS White Paper on mapping Antarctic ice-sheet margins

The RINGS Action Group has published a White Paper on its collaborative international effort to map all Antarctic ice-sheet margins. The IPCC’s recent Special Report on Ocean and Cryosphere in a Changing Climate (SROCC) addresses a rapidly increasing sea‐level contribution from the Antarctic Ice Sheet. The lack of ice thickness data at the margin of the ice sheet (grounding zone) is highlighted as one of the main sources of uncertainty for accurate estimation of Antarctic ice discharge, and adds to discrepancies with other satellite‐based mass change estimates. It is also the location where the bed topography matters the most as it controls the stability of the grounding zone. There is therefore an urgent need to carry out airborne surveys around the entire Antarctic Ice Sheet margin.

Giornalisti in Antartide - call PNRA

La XXXVIII spedizione italiana in Antartide, organizzata dal Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA), prevede che sia offerta ospitalità a un giornalista con/senza operatore al seguito. Il giornalista avrà il compito di testimoniare e raccontare sulle diverse piattaforme mediatiche (stampa, radio, televisione, siti web e social network) la presenza dell’Italia in Antartide e le attività di ricerca svolte (Linea 1). E' possibile avere un riferimento dei progetti e dei temi della XXXVIII spedizione (allegato2) o avere un quadro generale dei progetti svolti fino ad oggi dal PNRA tramite la lista progetti PNRA.

3rd IPICS Open Science Conference: Ice Core Science at the three Poles

Ottobre 2 – 7, 2022 Crans-Montana    Le carote di ghiaccio forniscono informazioni sul clima e sulle condizioni ambientali del passato, e sono registrazioni dirette della composizione dell'atmosfera su scale temporali che vanno da decenni a centinaia di millenni. Con il lavoro pionieristico sull'anidride carbonica nelle carote di ghiaccio polari di Hans Oeschger dell'Università di Berna, è iniziata una lunga tradizione di ricerca sulle carote di ghiaccio in Svizzera. Meno noto è che Hans Oeschger ha anche avviato un progetto di perforazione in alta montagna sul Colle Gnifetti in Svizzera negli anni Settanta. Per riconoscere l'importante contributo di Hans Oeschger e per favorire il legame tra le rispettive comunità scientifiche, il tema della conferenza è: “ La scienza delle carote di ghiaccio ai tre poli”.

NORP-SORP workshop on polar fresh water

Sources, Pathways and ImpaCts of frEsh water in northern and soUthern Polar oceans and seas (SPICE UP) - Online, 19-21 Settembre 2022 Questo workshop si rivolge alle comunità osservative, modellistiche, di telerilevamento e di assimilazione per ottenere una visione olistica del ruolo dell'acqua dolce e dell'evoluzione alle alte latitudini. Sono benvenute le comunità oceaniche sia regionali che globali. Un punto focale sarà il collegamento del ciclo idrologico regionale e l'impatto dinamico sulla circolazione oceanica globale e sul clima. La discussione mira a formulare raccomandazioni per i miglioramenti critici dei modelli per rappresentare meglio la distribuzione della salinità e i processi ghiaccio-oceano, valutando al contempo le osservazioni disponibili, necessarie e auspicabili.

Year of Polar Prediction (YOPP) Final Summit

Il vertice finale dell'Year of Polar Prediction (YOPP) si terrà al Centro Mont-Royal di Montréal, Québec, Canada, dal 29 agosto al 1° settembre 2022, per esaminare i progressi compiuti, condividere i principali risultati e i successi ottenuti, discutere e definire l'eredità del Progetto di previsione polare.

10th SCAR Open Science Conference 2022

Lo SCAR Open Science Conference è l'evento organizzato dallo SCAR in cui i ricercatori si riuniscono potendosi confrontare e scambiare le informazioni sulle ultime scoperte scientifiche sull'Antartide e sull'Oceano Meridionale.

Nel cuore del ghiacciaio del Calderone tracce di vegetali e insetti

È terminata la campagna di perforazione del Calderone sul Gran Sasso, ultimo esempio del glacialismo della catena appenninica. Gli scienziati hanno per la prima volta a disposizione un campione di ghiaccio profondo dal glacio-nevato, la cui analisi chimica permetterà di ricostruire il passato climatico e ambientale del massiccio e delle regioni circostanti.

Avviso di interesse per tecnici winter over 2022 - Proroga al 6 giugno

L’avviso di interesse di seguito pubblicato non è un bando di assunzione ma si rivolge esclusivamente a personale già dipendente in enti pubblici di ricerca e università che, in forza delle norme che regolano l’attuazione delle Spedizioni italiane in Antartide, sia disponibile

Il PNRA

Programma Nazionale di Ricerche in Antartide

Dal 1985 Il programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA) ha il compito di promuovere e supportare la ricerca nazionale in Antartide, garantendo il mantenimento di adeguate infrastrutture per la ricerca (in Antartide e in Italia) e il finanziamento di attivita' selezionate attraverso bandi competitivi. L'attuale governance del PNRA, che e' un programma nazionale in carico al Ministero della Istruzione, Universtia' e ricerca Scientifica (MIUR) vede impegnati con diversi ruoli e diversi compiti il Consiglio nazionale delle ricerche (CNR), l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA); e una Commissione scientifica nazionale per l’Antartide (CSNA) insediata preso il Ministero.

MUR

Il MUR approva il Pnra e vigila sulla sua attuazione, nel rispetto delle norme previste dal Trattato sull’Antartide.

CSNA

La CSNA, nominata dal ministro, ha il compito di indirizzo strategico. Propone un piano pluriennale, valuta le proposte di progetto, elabora la relazione annuale.

CNR

Il CNR attraverso il Dipartimento Scienze del Sistema Terra e Tecnologie per l'Ambiente, assicura il coordinamento scientifico delle attività e provvede alla diffusione dei risultati e alla gestione dei dati scientifici

ENEA

All'ENEA sono affidate l’attuazione delle spedizioni, la responsabilità dell’organizzazione nelle zone operative e la gestione delle infrastrutture.

I numeri del PNRA

laptop
Progetti di ricerca
più di 1000
flag
Spedizioni
37
people
Ricercatori
più di 2000
place
Basi scientifiche
3

Servizi

Rendicontazione Progetti di Ricerca PNRA

La programmazione e la conseguente rendicontazione delle attività di ricerca del PNRA sono affidate al Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) con il Decreto del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca di concerto con il Ministero per lo Sviluppo Economico del 30/09/2010 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 03/02/2011).

Italian Antarctic Data Center

Il National Antarctic Data Center (NADC) è l'infrastruttura digitale progettata per raccogliere, gestire, pubblicare e fornire accesso alla grande quantità di dati scientifici raccolti dai numerosi progetti nell'ambito del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA). l'infrastruttura, basata sull’applicativo GeoNework open source, fornisce un unico sistema integrato che consente agli utenti finali di esplorare i vari data set e attraverso questi accedere e condividere i dati ovunque siano archiviati